Spedizione gratuita per ordini superiori a 69€ Spedizione gratuita per ordini superiori a 69€
Home / Blog / COME LAVARE ED IGIENIZZARE LE MASCHERINE RIUTILIZZABILI
COME LAVARE ED IGIENIZZARE LE MASCHERINE RIUTILIZZABILI

COME LAVARE ED IGIENIZZARE LE MASCHERINE RIUTILIZZABILI

A seguito dell’emergenza sanitaria le mascherine sono entrate a far parte della nostra quotidianità: esse sono state e sono tutt’ora, fondamentali per contrastare la diffusione del Coronavirus.
Secondo studi recenti, in Italia vengono utilizzate 1 miliardo di mascherine protettive al mese e lo smaltimento di quelle non riutilizzabili ha un significativo impatto sulla salute ambientale: ricorrere al tipo riutilizzabile rappresenta una scelta necessaria ed etica.
Ne esistono tipologie diverse e pertanto prevedono un differente trattamento igienizzante: ma quali sono le procedure per lavare e igienizzare le mascherine riutilizzabili?

TIPOLOGIE DI MASCHERINE DI USO COMUNE E METODI DI IGIENIZZAZIONE

  • le mascherine chirurgiche, costituite da 3 strati sovrapposti di tessuto-non-tessuto, non sono lavabili perché monouso. Il lavaggio comprometterebbe il potere filtrante del materiale e non sarebbe garantita l’efficacia protettiva.
  • le mascherine in tessuto o “di collettività”, ad uso igienico: un’alternativa economica ed ecologica a patto che la trama ed il peso del tessuto siano adeguati a garantire un potere filtrante sufficiente.
    Un comunicato del ministero della Salute del 14 maggio 2020 raccomanda materiali che resistano al lavaggio ad almeno 60 gradi.
    Per igienizzare i tessuti si consiglia il lavaggio in acqua calda a 90 gradi e detergente specifico per bucato: qualora le caratteristiche del tessuto non consentissero questo tipo di pulizia, addizionare al ciclo di lavaggio candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio.
  • le mascherine riutilizzabili: prodotte in molte versioni possono avere filtri sostituibili o essere realizzate in tessuti con trattamento antimicrobico. Possiedono un discreto potere filtrante complessivo e vanno sempre preferite le tipologie dotate di certificazioni, sulle cui confezioni siano specificati numero massimo, modalità e tipologia di lavaggio consentiti senza che questo faccia diminuire la loro performance.

Nel caso della Mascherina riutilizzabile HOLLY the Mask con filtri sostituibili, l’incognita legata alla corretta procedura di lavaggio non rappresenta più un problema: la sua cover infatti è realizzata in materiale durevole, antibatterico ed impermeabile e può essere lavata e disinfettata ogni volta che si renda necessario, senza intaccarne le performances. È inoltre accessoriata da un kit per portarla con sé in totale sicurezza, che comprende un disinfettante Presidio Medico Chirurgico che agisce su virus e batteri: anche fuori casa l’igiene della mascherina sarà garantita e potrà essere riposta nell’apposita bustina, anch’essa in materiale antibatterico e disinfettabile con la stessa procedura.

HOLLY the Mask ha filtri sostituibili ad alto potere filtrante sia in entrata che in uscita: il consumatore che sceglie di informarsi in modo attenta ed approfondito, ha la possibilità di optare per un prodotto alternativo e valido, performante ed in grado di garantire un ottimo livello di protezione, senza le incognite legate al mantenimento delle prestazioni dopo la pulizia.